Google ha presentato a Milano il suo nuovo dispositivo Google Home: si tratta di uno smart speaker (ossia un assistente vocale) capace, attraverso un semplice comando vocale, di ascoltare, interpretare ed eseguire le nostre richieste, come ad esempio effettuare una ricerca sul web e fornire la risposta ad un nostro quesito.

In Italia sarà in vendita in due versioni: Google Home al prezzo di 149 euro e Google Home mini a 59 euro. I due dispositivi hanno le stesse modalità di funzionamento, l’unica differenza sta nelle performance audio che risultano più scarse nella versione mini. Lo potete acquistare già da oggi 27 marzo sul Google Store e nelle grandi catene di elettrodomestici come UnieuroMediaworldEuronics. Dal prossimo 3 Aprile, inoltre, lo troverete anche nei negozi Wind.

Google, dunque, batte Amazon, il suo rivale nel settore degli oggetti intelligenti che con Amazon Echo è leader negli Stati Uniti ma non è ancora disponibile in Italia.

Google Home: come funziona?

Il funzionamento di Google Home sarà identico a quello dell’assistente vocale Google degli smartphone android, ma con in più funzioni di domotica. Basterà infatti dire «ok Google» e il dispositivo sarà subito in funzione pronto a rispondere alle nostre domande. Ad esempio con «ok Google meteo» il dispositivo ci fornirà in tempo reale le previsioni meteo della giornata e le temperature minime e massime previste per la nostra città. Allo stesso modo con una semplice domanda sarà possibile conoscere sono le ultime notizie o i risultati sportivi. Al comando «ok Google buongiorno», lo smart speaker ci fornirà orari di appuntamenti ed impegni giornalieri precedentemente salvati, informazioni sulle previsioni meteo e sul traffico. Per il funzionamento di Google Home sono necessari:

  • una rete wi-fi;
  • uno smartphone per la configurazione.

Google Home: le principali funzionalità

Tra le numerose funzionalità del nuovo Google Home troviamo le seguenti:

  • rispondere alle nostre domande facendo ricerche online;
  • ascoltare musica in streaming da Google Music o Spotify;
  • ascoltare la radio da TuneIn;
  • comandare la televisione;
  • guardare YouTube e Netflix;
  • controllare le luci di casa (per il momento quelle a marchio Philips Hue, Tp Link, D Link, Lifx, Wemo);
  • controllare i termostati Nest;
  • imparare le nostre abitudini;
  • memorizzare gli appuntamenti;
  • memorizzare i nostri tragitti e informarci sul traffico mediante Google Maps.

Questi ultimi due servizi sono disponibili previa autorizzazione dell’utente sulla gestione della privacy e la connessione con altri servizi Google quali ad esempio Google Maps.

Google Home: la privacy

Un aspetto molto importante del nuovo dispositivo e a cui è stata dedicata molta attenzione riguarda la gestione della privacy. Infatti, dopo il recentissimo scandalo Facebook-Cambridge Analytica, si è compreso quanto sia sfuggito di mano il controllo dei dati degli utenti e della loro riservatezza.

Bisogna dunque tenere sempre a mente che Google Home è provvisto di un microfono sempre attivo che però può essere spento in ogni momento. La cronologia delle nostre ricerche e dei nostri spostamenti può essere cancellata dall’account personale Google. Il dispositivo può essere un valido aiuto nella gestione della quotidianità, purchè se ne faccia un uso responsabile come per tutti gli altri dispositivi e applicazioni che utilizzano i nostri dati.

Fonte: https://business.laleggepertutti.it/30325_google-home-che-cose-e-come-funziona

Lascia un commento

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome