Milano, 27 dicembre 2017 – Il Milan di Rino Gattuso vola alle semifinali di Coppa Italia contro la Lazio. Dopo una gara sofferta i rossoneri riescono ad avere la meglio sui cugini nerazzurri grazie ad una provvidenziale rete del giovane Cutrone entrato a sostituire Kalinic.

FORMAZIONI: IL MILAN SCHIERA IN CAMPO ANTONIO DONNARUMMA. Emergenza portieri per i rossoneri. Il giovane Donnarumma è out a causa di un affaticamento all’adduttore, durante il riscaldamento si infortuna anche Storari così a mister Gattuso non resta che rischiare Antonio Donnarumma, l’estremo difensore ingaggiato nell’ambito del rinnovo del contratto del più quotato fratellino. Con lui in difesa anche Abate, Bonucci, Romagnoli e Rodriguez, mentre a centrocampo i rossoneri schierano Kessié, Biglia e Locatelli, nel reparto offensivo invcece ci sono Suso, Kalinic, Bonaventura. Molte meno sorprese per il fronte nerazzurro. Mister Spalletti può contare sui suoi pezzi migliori. A proteggere la porta nerazzurra c’è Handanovic, in difesa Cancelo, Ranocchia, Skriniar, Nagatomo, mentre il centrocampo è affidato a Gagliardini, Vecino, Candreva, Joao Mario, Perisic e in attacco Icardi unica punta.

PRIMO TEMPO: DONNARUMMA GRAZIATO DAL VAR. Il quarto di finale tra Inter e Milan si è presentata subito come una gara molto delicata. Le due squadre milanesi arrivano da due sconfitte: il Milan in casa contro l’Atalanta mentre l’Inter in trasferta contro il Sassuolo. I primi 45 minuti vedono le due squadre molto compatte, la paura di un passo falso la fa da padrone e solo in maniera molto macchinosa riescono ad uscire dalle rispettive porzioni di campo. La prima emozione per il pubblico del Meazzac’è al 26esimo del primo tempo quando l’arbitro prima convalida un autogoal di Antonio Donnarumma su tiro di Perisic e poi lo annulla dopo aver verificato, grazie al VAR, la posizione di fuorigioco di Ranocchia che ha il portiere rossonero. L’episodio non cambia l’inerzia del match, a provare a cambiare il risultato è sempre l’Inter che con Icardi al 33esimo e al 35esimo. L’ultima azione degna di nota della gara, però, passa dai piedi del rossonero Biglia che al 44esimo manda il suo sinistro in curva.

SECONDO TEMPO: IL RISULTATO NON SI SBLOCCA. Il secondo tempo riparte sulla falsariga del primo tempo, dopo soli 5 minuti il Milan è già costretto al cambio: Abate va fuori a causa di problemi muscolari al suo posto entra Calabria. I rossoneri prendono coraggio e al 57esimo Bonaventura va vicino alla rete: recupera in area un cross di Locatelli, ma manda la palla sopra l’incrocio da ottima posizione. Dopo soli due minuti è l’Inter che manca incredibilmente l’appuntamento con il goal: Joao Mario davanti al portiere trova una grandissima deviazione in angolo di Donnarumma. Al 65esimo è invece Bonaventura a sbagliare a porta vuota. Negli ultimi minuti il match si accende, Suso va vicino al goal due volte all’80esimo quando centra un legno e all’90esimo. Anche l’Inter rischia di andare in goal all’87esimo con Perisic Candreva ma il fratello maggiore di Donnarumma si guadagna la presenza in campo con una doppia, storica parata. I 90 minuti si chiudono a reti inviolate e le due squadre sono costrette ai tempi supplementari.

SUPPLEMENTARI: CUTRONE REGALA LA VITTORIA AI ROSSONERI. I supplementari vedono un Milan molto più propositivo. Dopo soli 4 minuti è Cutrone, entrato in sostituzione di Kalinic, che mette a rischio la porta di Handanovic. Il risultato, però, si sblocca solo dopo 104 minuti di gioco: è proprio Cutrone che raccoglie un cross di Suso e di prima intenzione batte Handanovic da pochi passi. L’Inter avverte il colpo e nell’ultimo quarto d’ora di gioco non riesce a rendersi mai pericolosa. In semifinale ci vanno i rossoneri: meno qualità ma più sudore e fatica hanno ripagato la squadra di Gattuso.

Il tabellino

MILAN: Donnarumma A.; Abate (52′ Calabria), Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Biglia, Locatelli (72′ Calhanoglu); Suso, Kalinic (74′ Cutrone), Bonaventura. A disp.: Donnarumma G., Soncin, Antonelli, Musacchio, Paletta, Zapata, Borini, Montolivo, André Silva. All. Gattuso.

INTER: Handanovic; Cancelo, Skriniar, Ranocchia, Nagatomo; Vecino, Gagliardini (74′ Brozovic); Candreva (100′ Eder), Joao Mario (67′ Borja Valero), Perisic; Icardi. A disp. Padelli, Berni, Karamoh, Santon, Daòbert, Lombardoni, Pinamonti. All. Spalletti.

Arbitro: Guida.

NOTE: ammoniti Locatelli (M), Biglia (M), Skriniar (I), Cutrone (M), Vecino (I), B. Valero (I). Spettatori 48.721 per un incasso di 2.097.469,00 euro.  RETI: 104′ Cutrone (M).

Fonte: http://www.quotidiano.net/sport/milan-inter-1.3631011

Lascia un commento

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome