Sarà firmato questa mattina, presso la Prefettura di Napoli, l’accordo interistituzionale per il risanamento e la rigenerazione urbana del sito di Bagnoli-Coroglio.

A siglare l’intesa tra Governo, Regione e Comune ci saranno il ministro per la Coesione Territoriale e il Mezzogiorno Claudio De Vincenti, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, il commissario di Governo Salvo Nastasi e Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia, soggetto attuatore del programma di bonifica e di rilancio dell’ex area industriale partenopea.

Dopo la firma dell’accordo – rende noto Invitalia – è prevista nei prossimi giorni a Roma, la riunione della cabina di regia, l’organismo istituto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri che si riunisce periodicamente per portare avanti il programma di risanamento ambientale e il rilancio produttivo dell’area.

“NON TUTTI SARANNO CONTENTI” – “La firma non esaurisce il dibattito. L’amministrazione ha raccolto le sollecitazioni venute dal territorio, e si può dire che, quindi, ha servito il popolo napoletano, ottenendo il rispetto delle prerogative territoriali. D’altro canto, va riconosciuto al Governo di aver mostrato rispetto per le proposte e la mobilitazione della città. La trattativa è stata lunga, e non ha fatto arretrare l’autonomia politica del Comune, tanto che si può ora parlare di una grande vittoria della città. Non tutti saranno contenti, perciò, il compito dell’amministrazione è spiegare l’accordo che contiene tutti i punti salienti posti dal Comune e che va ora realizzato. Si tratta di un accordo storico: con la firma del Sindaco la città ha avuto il riconoscimento e il rispetto che chiedeva, ora bisogna costruire la Bagnoli del futuro”. Queste le parole del Sindaco di Napoli Luigi de Magistris nel corso della seduta del Consiglio Comunale di martedì 18 luglio. Il primo cittadino ha poi chiesto all’aula la convocazione di una seduta monotematica su Bagnoli, proposta poi accolta a maggioranza.

LA MOBILITAZIONE DI BAGNOLI LIBERA – Per le ore 10 è previsto un presidio ed una conferenza stampa di Bagnoli Libera sotto la sede dalla Prefettura: “Gli annunci rassicuranti non bastano: ancora poco chiari i contenuti dell’accordo tra governo, regione e amministrazione comunale. Sbagliato il metodo. Ma, oggi più che mai, attraverso la mobilitazione sono stati messi al centro gli interessi pubblici e collettivi. Da qui è necessario ripartire, attraverso il protagonismo della città, la partecipazione, la lotta, il controllo, la proposta dal basso”, scrivono gli organizzatori su Facebook.

 

Fonte: http://www.napolitoday.it/politica/bagnoli-firma-accordo-19-luglio-2017.html

Lascia un commento

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome