Sarà un’altra finale per José Mourinho: anche in una stagione difficile al Manchester Utd, lo Special One si giocherà l’Europa League dopo aver già conquistato Community Shield e Coppa di Lega. Lo farà il 24 maggio a Stoccolma contro l’Ajax. Ma chi si aspettava due gare semplici, dopo l’andata favorevole a inglesi e olandesi, si sbagliava di grosso: partite da batticuore fino al novantesimo, e oltre.

LIONE-AJAX 3-1

— Comincia forte l’Olympique, che cerca la rimonta con Lacazette. I lancieri si riorganizzano in fretta e pungono con Dolberg e Traoré, creando qualche apprensione a Lopes. Al 27′ il danese classe ’97 sblocca la gara con un colpo di classe: delicato pallonetto a scavalcare il portiere in uscita. Traoré potrebbe raddoppiare, invece l’Ajax si ritrova addirittura sotto all’intervallo. Merito di Lacazette, che segna due gol in un minuto: il primo su rigore, il secondo su assist di Fekir dopo un rinvio sbagliato dalla difesa olandese. E’ il preludio a una ripresa d’assalto per il Lione, che tuttavia non riesce a capitalizzare una serie di situazioni favorevoli, ancora con Lacazatte, Fekir e Tolisso protagonisti. Dolberg, sul fronte opposto, resta il più ispirato tra i lancieri. Si va avanti a ritmi altissimi, Rybus per l’Olympique si fa murare sul più bello e Van de Beek risponde con una traversa clamorosa. Quando l’Ajax sembra vicino al traguardo, succede di tutto: Ghezzal trova il 3-1 di testa, Viergever si guadagna un cartellino rosso ingenuo e Cornet si divora il pallone che sarebbe valso i supplementari. Gli olandesi tornano in una finale europea dopo 21 anni: l’ultima era stata quella di Champions con la Juve nel ’96.

MANCHESTER UTD-CELTA 1-1

— Iniziano bene i galiziani a Old Trafford, con Romero attento su Aspas. Poi, però, i Red Devils passano al primo vero affondo: splendido assist di Rashford e colpo di testa di Fellaini, la specialità della casa, al 17′. La reazione del Celta si concretizza in un paio di conclusioni di Sisto, ma nulla che preoccupi troppo lo United fino al riposo. Stesso copione nella ripresa, con il Man Utd che gestisce il risultato e gli spagnoli protesi nel tentativo di rimettersi in corsa. Arrivano una palla-gol sprecata da Guidetti e una simulazione di Aspas in area, mentre dall’altra parte le cose migliori le fa sempre Rashford. Berizzo impreca quando Guidetti, indisturbato, sbaglia malamente lo stacco che avrebbe riaperto i giochi. Ma è questione di poco, per il pareggio: al minuto 86, Roncaglia indovina il colpo di testa che batte Romero per l’1-1. Gli animi si scaldano, si accende una rissa a centrocampo e ne fanno le spese proprio l’ex viola e Bailly: espulsi entrambi, anche se l’argentino sembra meno colpevole dell’ivoriano. Al 96′, il Celta ha la palla perfetta per completare la beffa, ma Guidetti la “cicca” ancora davanti alla porta: brividi al Teatro dei Sogni, che per poco non si trasforma in un incubo per Mou.

Fonte: http://www.gazzetta.it/Calcio/Europa-League/11-05-2017/europa-league-manchester-utd-mourinho-ajax-lione-celta-vigo-200232471822.shtml

Lascia un commento

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome