Negli ultimi anni, con l’incremento dei furti nelle abitazioni private, il tema della sicurezza è diventato un argomento di grande rilievo ed interesse; oggi un numero crescente di cittadini privati ricorre ad istituti di vigilanza, in grado di fornire un contributo sussidiario e complementare a quello delle forze dell’ordine pubbliche. Tra le società leader del settore, spicca la campana Pantera Security, nata nel 2009, grazie alla volontà di un uomo forte e determinato, Antonio D’Ambrosio, ancora oggi alla guida della società. Nel corso degli anni l’azienda è riuscita ad imporre la propria leadership nel mercato di riferimento, ampliando il proprio portafoglio clienti, grazie alla qualità delle prestazioni offerte da personale altamente qualificato e costantemente aggiornato. La mission del gruppo è quella di porsi, nei confronti del cliente, come unico partner nella fornitura ed erogazione di servizi “garantiti e certificati” per la sicurezza attiva e passiva, per la protezione sia delle persone che di beni immobili e/o mobili. “L’obiettivo è la massimizzazione della soddisfazione della clientela che, grazie al supporto del nostro personale, riesce ad avere una maggiore percezione di sicurezza”, asserisce con forza Antonio D’Ambrosio, amministratore unico della società. Quali servizi offrite ai clienti? “Nel corso degli anni, la Pantera Security si è specializzata nel campo dei servizi di sorveglianza non armata, portierato, piantonamento armato e non armato, guardiania, videosorveglianza, scorta a valori. Ma la nostra società è in grado di fornire anche servizi aggiuntivi, come l’investigazione privata, per il cui svolgimento, la legge prevede specifici requisiti ed il rilascio di una licenza prefettizia”. Quali sono i vostri punti di forza rispetto alla concorrenza? “La nostra società si avvale della collaborazione di affermati professionisti del settore; personale specializzato, che ha conseguito significative esperienze in tema di sicurezza e di sorveglianza, in grado di rispondere con efficienza ad ogni esigenza del cliente”. Insomma, la professionalità è tutto? “Assolutamente sì! Le competenze professionali acquisite negli anni, unitamente alla capacità di system integration, garantiscono alla committenza la migliore qualità nell’erogazione di servizi e, al tempo stesso, consolidano nei dipendenti la consapevolezza di appartenere ad un’azienda strutturata che punta molto sulle proprie risorse umane, con l’obiettivo di rafforzare i trend di crescita economica”.

Per maggiori info(www.lapanterasecurity.it)

di Roberta Imbimbo

Lascia un commento

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome