Missione compiuta. La Juventus rovina la festa del Crotone (città impazzita per l’arrivo della Signora: record d’incassi allo Scida) e rimanda la Roma a -7 con i gol di Mandzukic e Higuain. Ma non è stato tutto così facile come si potrebbe immaginare. Anzi, i bianconeri hanno impiegato più del previsto per aprire la difesa dei padroni di casa, che hanno resistito strenuamente per un’ora. Alla fine però la differenza di valori viene fuori: quando hai in campo tanti giocatori dai piedi buoni prima o poi il gol arriva, e così quando la Juventus ha cominciato a spingere sull’acceleratore ha ristabilito le gerarchie.

 

FALLO E SALVATAGGIO — Allegri conferma il modulo e Pjaca al posto di Cuadrado come anticipato alla vigilia, ma fa qualche sorpresa: fuori Pjanic, dentro Rincon accanto a Khedira, Asamoah a sinistra per far rifiatare Alex Sandro, mentre dall’altro lato c’è il ritorno dal primo minuto di Dani Alves dopo l’infortunio di novembre. Nicola s’affida al solito 4-4-2 ma sacrifica Trotta per schierare Tonev al fianco di Falcinelli. Il primo tempo regala emozioni sopratutto nei minuti finali, quando a pochi secondi dal fischio Ferrari salva sulla linea su un tiro sporco di Dybala; l’azione era iniziata con un colpo di testa di Pjaca parato da Cordaz. Così si va al riposo sullo 0-0, cosa mai successa alla Juventus pentastellata: con il nuovo modulo ha sempre segnato nei primi 45 minuti. L’altro episodio di rilievo è un fallo di Mesbah su Dybala: l’arbitro lascia correre ma dalle immagini il rigore ci poteva stare. Per il resto c’è poco da dire: la Juve controlla e il Crotone si chiude: dopo mezzora circa Allegri sposta Pjaca a sinistra, per provare a sfondare dalla parte di Rosi, Dybala a destra e Mandzukic centrale.

 

CI PENSA MARIO — L’assenza di Pjanic costringe Dybala ad abbassarsi per andare a prendersi il pallone. Lui arretra e Asamoah e Dani Alves s’allargano e salgono. E’ così che la Juve del secondo tempo, più aggressiva e propositiva, trova il vantaggio dopo un quarto d’ora: testa di Asamoah che costringe Cordaz al tuffo, sulla respinta Mandzukic firma l’1-0. La punta croata non segnava in campionato due mesi: t’aspetti la rete di Pjaca, alla prima di titolare, e invece arriva il sigillo del connazionale. Inutile attendersi una reazione del Crotone, che era già tutto arroccato nella sua area. Un altro quarto d’ora e la Signora chiude la pratica calabrese: Ricon serve un pallone filtrante per Higuain (16 gol in campionato) che si smarca e segna il 2-0. I calabresi chiudono con il 4-5-1, la Juve ci prova ancora con Pjanic (botta al volo sulla traversa) e Higuain.

Source: http://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Juventus/08-02-2017/crotone-juventus-0-2-gol-mandzukic-higuain-180745664560.shtml

Lascia un commento

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome